Archivio News

Home  >>  News  >>  Archivio  >>  Giugno 2010

 

News Giugno 2010

 

 

 

  News | 26.06.2010 - 15:25

 

Stagione 2010/2011: si parte il 29 Agosto con la Coppa Italia
 

Nella riunione del 23/06/2010 la Lega Nazionale Dilettante - Comitato regionale Sicilia ha deliberato le date e gli adempimenti per l'avvio della Stagione 2010/2011:

 

ECCELLENZA: due gironi da 16 squadre ciascuno, si parte il 12 settembre. Tassa minima da anticipare 5.055 euro, più gli oneri pregressi. Iscrizioni e deposito del modello del censimento entro le 12 del 23 luglio; regolarizzazione entro le 12 del 3 agosto. Obbligatori in ogni partita due nati nel '91 ed uno nel '92.
 

COPPA ITALIA-Provenzano: comincia il 29 agosto. La finale si farà a Licata.
 

PROMOZIONE: quattro gironi da 16 squadre, partenza il 12 settembre. Tassa minima 4.265 euro e saldo dei debiti. Iscrizione entro il 23 luglio, regolarizzazione entro il 3 agosto. 'Juniores' obbligatori come nell'Eccellenza.

 

Per quanto riguarda la composizione del girone di Eccellenza di competenza della Folgore si azzarda la seguente previsione:
 

Eccellenza - girone A
AKRAGAS
CAMARO MESSINA
CITTA' DI VILLABATE
DUE TORRI
FAVARA
FOLGORE SELINUNTE
GATTOPARDO PALMA
KAMARAT
LICATA
ORLANDINA
PARMONVAL
RIBERA
SANCATALDESE
SPADAFORESE
VALDERICE
ASD Alcamo calcio

 

 

 

 

  News | 23.06.2010 - 11:17

 

Nodo Presidente da sciogliere. Nel frattempo le altre Trapanesi si muovono
 

Sembra attraversare una fase di stallo la programmazione della Folgore che pur non avendo all'apparenza problemi di sorta visto che il budget è stabilito, e la dirigenza di quindici soci è confermata così come il tecnico che dovrebbe essere nuovamente Catalano, non riesce a trovare il sostituto del presidente Bruno Lombardo. Solo quando si supererà tale passaggio allora prenderà piede la nuova stagione

Nel frattempo è cominciata una settimana importante per le sorti delle formazioni della provincia che il prossimo anno prenderanno parte al torneo di Eccellenza. In questo momento le squadre trapanesi certe di partecipare al massimo torneo dilettantistico regionale sono il Valderice e la Folgore.
A breve invece dovrebbe aggiungersene una terza che rileverà il titolo del Marsala Sc che ha visto la sua dirigenza "fondersi" nelle fila del Marsala 1912.
La più attiva è il Valderice che ha messo a segno i primi colpi importanti: l'allenatore che sarà Nico Del Giudice prima allontanatosi e ora nuovamente in pole position, reduce dall'esperienza positiva del Favignana in Promozione. L'ex calciatore di Perugia, Siracusa e Trapani porterà con se nella sua esperienza pedemontana il bomber di razza Di Vita e probabilmente il difensore Ernadez. Ma potrebbe esserci anche il colpo ad effetto che aumenterebbe le quotazioni dei neroverdi, ossia l'arrivo di Calogero Lo Bue che ritornerebbe a calcare così i campi di calcio dopo un anno di pausa. Il centrocampista originario di Trapani pare si stia allenando intensamente per farsi trovare pronto il giorno del ritiro. il 2 agosto.
Altro dato importante è la richiesta di giocare le gare casalinghe al Provinciale alternandosi con il Trapani con cui il presidente Fontana è prossimo nella definizione di un accordo di collaborazione per portare ai piedi del Monte Erice i giovani granata.
Il prossimo passo del Valderice invece sarà invece quello di operare le conferme dei migliori dello scorso anno, e cercare un campo in buono stato dove allenarsi visto che il comunale è in pessime condizioni causa questa del divorzio da Titta Mustazza.

Per quanto riguarda invece la terza formazione della provincia che dovrebbe prendere parte al torneo di Eccellenza ereditando il titolo del Marsala Sc, è partita una gara a due che dovrebbe concludersi in settimana tra l'Atletico Alcamo e la Riviera Marmi. Più che la maggiore offerta messa sul piatto, a spuntarla potrebbero essere altri parametri che i fratelli Gerardi valuteranno a giorni per sciogliere poi la riserva al massimo entro questa settimana o i primissimi della prossima. Se a spuntarla fossero i bianconeri l'allenatore potrebbe essere Riccardo Chico, se invece fossero i giallorossi che nel frattempo si stanno attrezzando con una nuova compagine societaria il tecnico potrebbe essere un emergente quale l'ex calciatore della Folgore e del Salemi Vito De Simone.
 

 

 

 

  News | 22.06.2010 - 12:30

 

Scadenze e obblighi societari entro il 5 luglio
 

Cinque luglio, ecco la data-capestro per il calcio d'estate. Se i club sono in letargo o comunque si godono un meritato riposo, la grande macchina organizzativa accende i motori, perché è il momento del riordino stagionale. Si fanno i conti innanzitutto in tema di proiezione futura, o meglio prossima: così comincia il balletto delle fusioni, tante quelle ipotizzate perché l'unione farebbe la forza, rare quelle che vanno in porto. La tematica però - a parte gli opportuni accordi - soggiace ad una normativa ben precisa: si deve quadrare il cerchio subito poiché la documentazione va depositata presso la Figc regionale entro il 21 giugno, per essere trasmessa alla segreteria della Dilettanti entro il 30 giugno ed a quella della Figc appunto entro il 5 luglio, corredata dai pareri favorevoli delle assemblee generali dei soci dei due club originari.
Fra i dilettanti sono possibili anche i divorzi. Nell'ambito di una società possono scindersi infatti i settori del calcio a undici, quello femminile e l'altro "a cinque", dando vita a più sodalizi. Chi stacca il calcio a undici da quello a cinque deve comunque indicare quali giocatori scelgono i due settori.
Non infrequente anche il caso di società che vogliono cambiare nome: necessario il verbale di assemblea generale dei soci. In serie D e nel calcio girl la nuova denominazione deve ricordare il comune di appartenenza. Per le società appartenenti alla Lega nazionale professionisti di serie C, è consentita l'integrazione della denominazione sociale con il nome dell'eventuale sponsor, nel rispetto delle condizioni previste al riguardo nel regolamento specifico di Lega.
C'è anche chi chiede il trasloco: è necessario che il comune di partenza e quello di approdo siano confinanti (fatti salvi comprovati motivi di eccezionalità, per società del settore professionistico). Ma è disposto tassativamente che può trasferirsi solamente la società che nell'ultimo biennio non si siano trasferite, non siano state oggetto di fusione, scissione o trasferimento d'azienda.
Il tempo è anche quello della trasformazione della struttura societaria, dettata da opportunità amministrative e giuridiche, com'è il caso del passaggio da società di capitali in società di persone; o viceversa anche partendo dalla tipologia di associazioni riconosciute o non.
Logico che già qualcosa si muove anche in chiave tecnica in vista della prossima stagione; i progetti di mercato devono infatti fare i conti con l'ipotesi-'juniores obbligatori' che inevitabilmente condiziona gli operatori. Chi infatti sa e può programmare con saggezza deve valutare la distribuzione degli under nel puzzle della rosa dei titolari. Attesissimo pertanto il prossimo Comunicato ufficiale numero 1 della stagione 2010-2011, chiamato a chiarire quanti juniores dovranno essere schierati in ogni partita. In merito, per il momento si sa che la Lnd per la fase finale della Coppa Italia e per gli spareggi interregionali fra le seconde dell'Eccellenza, ha disposto la presenza obbligatoria in ogni formazione di un nato nel '91 e di uno nel '92 (o due '92).

 

 

 



 



 

 


News  |  Stagione  |  Società   Stadio |  Multimedia  |  Squadra  |
Archivio   Community    Newsletter    Biglietti   Termine


 

Contatti: administrator@folgore1945.it  

           webmaster@folgore1945.it

info@folgore1945.it