La Folgore degli anni 60

By on martedì 15 marzo 2011

La Folgore, passione e …ricordi

Eccoci al secondo appuntamento. Faro’ un po’ di storia per mettere in luce quello che la Folgore ha costituito negli anni passati, all’interno del panorama calcistico regionale e nazionale.

Agli inizi degli anni sessanta, la Folgore si affaccia per la prima volta sulla scena del calcio che conta .

A Licata batte la Massiminiana di Catania (chi non ricorda quel rocambolesco spareggio?) e approda per la prima volta nell’allora campionato Semiprofessionistico di Serie D.

La Serie D di allora, è bene dirlo, era il quarto livello del calcio professionistico che si articolava in Serie A-B-C-D. Al di fuori di queste categorie, c’era solo calcio dilettantistico. Ne deriva che il tasso tecnico fosse molto elevato e l’inserimento dei giovani era riservato esclusivamente a quelli che si distinguevano per qualita’ tecniche e non solo.
Gia’ da allora la Folgore aveva come prerogativa, quella della valorizzazione dei giovani che riusciva, attraverso attenti osservatori, ad ingaggiare da societa’ minori del circondario e anche piu’ lontano, oltre a quelli che provenivano dalle squadrette minori locali. Attraverso questa linea societaria, la stessa poteva far fronte alle spese di gestione non indifferenti, e riuscire a condurre in porto campionati abbastanza impegnativi raggiungendo sempre la salvezza che era l’obiettivo finale.
Le realta’ calcistiche con cui doveva cimentarsi, erano di levatura superiore sia tecnica che economica. Basta citare alcune: Enna-Ragusa-Caltanissetta-Akragas-Siracusa-Marsala-Trapani-Acireale (squadre di citta’ capoluogo) piu’ squadre calabresi e campane. A fine Giugno fui acquistato dalla Folgore e inizia cosi la mia avventura a Castelvetrano che non si e’ piu’ conclusa. Accolsi la notizia con molta gioia perche’, ad appena 17 anni, approdavo insieme a Cumbo, Petrone e Riggio in una squadra professionistica di IV Serie.
La folgore aveva chiuso il campionato precedente, funestato dal terribile terremoto di Gennaio , con un onorevole ed esaltante 5° posto.L’allenatore era Vaccari e la squadra si era rinnovata con l’inserimento di noi giovani e con la presenza di alcuni giocatori che sostituivano la partenza di alcuni validi elementi (cito a memoria) Di Marzo il goleador, Fontana, Vadala’, Malizia. Al loro posto Zola, Zanellato, Danieli che si aggregavano allo zoccolo duro composto dagli esperti Lipido,Gioia,Barresi,Visentini,Pulvirenti,Barbetta, Stella, Marconi e Bua. Il presidente Dott. Rocco Riggio e i suoi collaboratori con in primis il compianto Franco Lombardo, ancora una volta aveva allestito una compagine che poteva ben figurare nel torneo che stava per iniziare.
Purtroppo l’annata non fu come la precedente e tra alti e bassi (piu’ bassi che alti) si concluse con una rocambolesca salvezza all’ultima giornata ai danni della Palmese. Riuscimmo a salvarci grazie alla differenza reti e per un solo gol!! Di questo campionato serbero’ sempre un bellissimo ricordo per questo stupendo epilogo e soprattutto perche’ da Novembre 68 ero entrato a far parte ufficialmente della rosa della I° squadra dopo un breve periodo di tirocinio nella allora Berretti. Ho il ricordo di un calcio piu’ povero, con meno mezzi, ma piu’ eroico e appassionato.

Nella Foto

Beretti  1968/69 e siamo nel settembre 68. I giocatori sono a partire da sinistra e dall’alto :

Riggio – Gulotta – Chiaramonte – Nastasi – Bua – Di Maggio – Bivona

Accosciati da sinistra:

Cumbo – Petrone – Romeo – Correggiari – Fichera – Cudia

Baldo Nastasi

About $hr€k

3 Comments

  1. carlopulvirenti

    sabato 09 aprile 2011 at 15:05

    caro nastasi sono carlo pulvirenti, ho letto il tuo commento sul calcio degli anni 60 è mi fa piacere leggere e ricordare quella squadra. tu eri un giovane emergente insieme a cumbo, riggio ,petrone, ed altri che non ricordo ma seguivo il vostro cammino calcistico ,anche voi site stati grandi. l’allenatore del 1967-68 era un certo signor.moscardo. vaccari è venuto l’anno dopo. un caro saluto insieme alla tua famiglia è ivecchi compagni di squadra.

    • Baldo Nastasi

      domenica 10 aprile 2011 at 16:58

      caro Carlo e’ stato un grande piacere leggere il tuo commento al mio articolo. anche se non abbiamo piu’ avuto modo di sentirci e soprattuto vederci, serbo un grandissimo ricordo di te e di tutti gli altri componenti di quella squadra. siete stati per noi , allora giovani, dei punti di riferimento calcistici e non solo
      sperando che quanto prima ci si possa incontrare ti invio un affettuosissimo abbraccio
      baldo

  2. Pasquale Longo

    mercoledì 16 dicembre 2015 at 22:45

    Per Carlo Pulvirenti
    Mi piacerebbe sapere se sei lo stesso calciatore della
    Massiminiana 68/69. Se si vorrei sapere la tua data di nascita e la località.
    Sto facendo una lista completa di tutti i calciatori che dal 1921 hanno giocato contro il Messina.
    Un grazie anticipato se potrai rispondermi.
    Pasquale Longo di Messina

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *