Il sogno Eccellenza svanisce

By on domenica 03 maggio 2015
Il CUS festeggia la vittoria

Il CUS festeggia la vittoria

Folgore Sel. – C.U.S. Palermo 0-1

In un caldissimo pomeriggio, sotto un sole che anticipa l’imminente estate, svanisce il sogno di una promozione in Eccellenza per la squadra del patron Gaspare Raineri. Cocente, è proprio il caso di dire, delusione per tutto l’ambiente che si era approssimato all’evento calcistico dell’anno con parecchio ottimismo, forse eccessivo, al limite della presunzione.

Si, è vero, la Folgore ha disputato un’ottima stagione regolare, sovrastata solo dal rullo compressore Raffadali, l’organico, che poteva contare sul capocannoniere del girone, l’Argentino Tomas Pavone,  e su altri elementi di esperienza, facevano ben sperare, ma nello sport bisogna fare i conti con gli avversari.

Ed il CUS Palermo si è dimostrata un’ottima squadra, che ha meritato la promozione, anche se nella partita decisiva, pur mantenendo per lunghi tratti, il pallino del gioco, non ha per nulla sovrastato la Folgore nel conto delle azioni da rete.

Dai rossoneri forse è mancato la vigoria atletica, e, a dispetto dell’imponente organizzazione atletico-sanitaria di cui si avvale, ha pagato più degli avversari, il gran caldo odierno al “provinciale” di Trapani.

Per quanto riguarda la cronaca: entrambe le squadre provano a giocare la gara a viso aperto, il Cus si fa subito pericoloso con Ragusa che scalda i guantoni di Montagna. La replica della Folgore non si fa attendere e porta la firma di D’Amico, la cui conclusione va a centrare il palo a Insenna battuto. Correnti prova a sorprendere la retroguardia della formazione di rossonera senza fortuna, seguito da Di Franco, mentre dall’altra parte tocca a Siragusa che con un virtuosismo si libera al tiro comunque centrare il bersaglio. Si va al riposo sul punteggio di 0-0.

Nella ripresa i ritmi calano in maniera vertiginosa, la posta in palio e la temperatura della colonnina di mercurio si rivelano fattori ben più determinanti di quanto ci si potesse attendere. Entrambe le formazioni badano a non prenderle, anche se è evidente che la rottura di questo equilibrio instabile è solo una questione di tempo. Al 72′ Lentini ha la palla del vantaggio, ma il suo pallonetto va a terminare la propria corsa sul fondo, seppur per una questione di centrimetri. Poi la Folgore cerca di chiudere gli avversari nella loro metà campo, ma solo una punizione di Licata riesce a creare qualche preoccupazione a Insenna. Il confronto sembra avviato ai supplementari, tuttavia al 90′ arriva la firma d’autore che fa pendere la bilancia dalla parte della formazione di Aprile. Per la Folgore non c’è più tempo, il posto in Eccellenza spetta al Cus.

FOLGORE SELINUNTE: Montagna, Campione (Buscaglia), la Rocca, Montepiano, Morici, Bonino (Carovana), Licata, Raineri, Pavone, D’Amico, Siragusa. A disposizione: Sciara, Pizzitola, Lloveras, Sparacia, Di Giuseppe. All:: Geraldi.

CUS PALERMO: Insenna, Ragusa, Amato, Correnti, Cannova, Alletto, Di Franco, De Lisi, Ferrara, Russo, Lentini. A disposizione: Salamone, Vitale, Barone, Terrana, Castigliola, Reina, Picone. All.: Aprile.

About $hr€k

One Comment

  1. salvatore

    lunedì 04 maggio 2015 at 07:48

    nel calcio siamo tutti bravi allenatori ma dobbiamo saper legge re la partita in corso d.opera auguri presidente e buona fortuna

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *