Folgore 2 – Valderice 2

By on domenica 30 settembre 2012

Ottimo Porto, Bravo Tummiolo, buona Folgore….ma i cambi!

Con Gerardi in tribuna in virtù della pesante squalifica per comportamento scorretto nella precedente partita, la Folgore di Mr. Tripodi non è riuscita ad andare oltre il 2 a 2 contro un Valderice che dentro la sua squadra ha sicuramente giocatori di tutto rispetto.

Eppure alla fine del primo tempo, chiuso sull’ 1 a 0 per i “rossoneri”,  nessun tifoso locale avrebbe mai pensato di non prendere i tre punti in questa domenica.

La Folgore infatti ha fatto una buona partita riuscendo a imbrigliare gli avversari ed è riuscita  a metterla alle corde nell’arco dell’intero match.

In tenuta completamente azzurra, speriamo non sia una provocazione ai tifosi di fede rossonera, la Folgore parte bene mostrando un ottimo Tummiolo capace di fare il gran maestro dell’orchestra, al 1° dai suoi piedi parte un lancio per Testa che impegna Maltese per gli applausi del pubblico accorso al Paolo Marino.

Nei primi 45 minuti Folgore e Valderice si controllano bene e nessuna delle due formazioni sembra rassegnarsi a soccombere, le azioni importanti da segnare nel taccuino risultano essere:

al 3  Norfo solo davanti a Longo  tira al lato per il grande sospiro dei tifosi locali.

Al 23 è Italia che, dentro l’aria di rigore, prova a liberarsi del suo avversario e tira in porta senza centrarla.

Al 30 è ancora la Folgore a mettere i brividi ai giocatori del Valderice, angolo di Tummiolo spizzica di testa Ata che carambola su un difensore e finisce in Angolo, lo batte Tummiolo che trova la testa di Italia che però commette fallo appoggiandosi su di un difensore.

La Folgore va in Pressing ma l’attacco risulta poco lucido , prima Ata poi Porto e poi Italia non riescono mai ad inquadrare la porta avversaria vuoi per la bravura dei difensori ma vuoi per la poca determinazione.

Inizia a piovere al Paolo Marino e la Folgore sembra averne dei benefici, al 43 si sblocca la partita con Porto che sfugge al suo avversario e dalla sinistra fa partire un tiro a giro che si insacca alla sinistra del portiere rimasto immobile.

Prima della chiusura della partita un brivido per Longo e i suoi tifosi con Iovino che entra in aria e tira a colpo sicuro la sfera finisce a lato di poco.

Nella ripresa la Folgore sembra essere capace di controllare e fare proprio il match sopratutto vedendo le buone giocate fatte da Tummiolo e Porto che oggi è stato sicuramente il migliore dei rossoneri, al 22 sembra esserci il sigillo sui primi tre punti della stagione, calcio di punizione pennellata da Tummiolo per la testa di Ata che tocca quanto basta per beffare il portiere.

Al 26° Porto stoppa una difficile  palla e la serve a Testa dentro l’aria ma il giocatore non riesce a tirare in porta.

Dopo il tiro arriva il primo cambio per i rossoneri ordinato da Mr. Gerardi esce Italia ed entra Caruana, l’ordine sembra perentorio “controlliamo la partita”.

Al 33° Mr. Gerardi ordina il secondo cambio fuori Ata e dentro Cacciatore (e qui che ci piacerebbe capire il perchè!!!! )

Al 34 è sempre Testa che raccoglie un bel lancio di Alagna entra in aria e serve il neo entrato Cacciatore che si fa anticipare dalla difesa.

Sembra tutto facile per i rossoneri ma quando sembra fatta si inizia ad avvertire e sentire l’assenza di Ata, impegnato per tutto il match ad un lavoro massacrante di rientro e di aiuto a centrocampisti e  difensori.

I centimetri dello straniero rossonero sono importanti e si vede quando una palla persa a centrocampo si trasforma in cross dentro l’aria rossonera, sbavatura colossale di tutta la difesa e Caltagirone mette la palla dentro per il 2 a 1.

Il Goal da ossigeno e forza ai giocatori del Valderice che iniziano a spingere, qualcosa sta cambiando, si portano in avanti in più di un’occasione e al 41 trovano il calcio di rigore concesso molto generosamente dall’arbitro Bennici di Agrigento per fallo di Alagna su Norfo.

Dal dischetto parte Norfo che fa 2 a 2.

Due minuti più tardi il Valderice rischia anche di beffare la Folgore con un bel tiro dalla distanza di Lamia che lambisce il palo.

Il Finale è caldo e molto animato i giocatori si concentrano tutti a centrocampo frà spintoni e proteste e il tutto porta alle consequenziali  espulsioni di Lombardo (F) ed Hernandez (V) per le ire del difensore Castelvetranese che si dichiara innocente da qualsiasi tipo di fallo o spintone.

Le strette di mano tra giocatori al triplice fischio fanno capire che le ostilità sono finite, i giocatori rossoneri che si sentono rapinati  c’è l’hanno con il direttore di gara reo di aver cambiato le sorti della partita con un calcio di rigore molto generoso.

Arriva il primo punto in classifica conseguenza di una buona Folgore con un Porto davvero in palla e con un Tummiolo capace di orchestrare degnamente.

Il Pareggio sta stretto e al cospetto di un risultato bugiardo ci vien da chiedere al Mr del perchè di questi cambi cosi strani, tutti ci chiedevamo come mai ha voluto cambiare Ata, giocatore importante per gli equilibri della squadra con Cacciatore uomo sicuramente importante che da il meglio nella fase offensiva.

Se il calcio fosse un gioco a scacchi credo che questa mossa, insieme alla sostituzione di Messana, ha fatto saltare la testa alla Regina.

Domenica  a Sancataldo e che la fortuna ci accompagni.

About Tonino Tuzzolino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *