Folgore 1 – Sancataldese1

By on domenica 12 febbraio 2012

Mancino illude, Genova pareggia!

Campo pesante per le recenti e continue pioggie cadute su Castelvetrano e quindi sul rettangolo di gioco del Paolo Marino, una domenica iniziata con un pallido sole che ha fatto da contorno ai 5° gradi fatti registrare dai termometri.

Folgore priva di elementi importanti come Chirco (Febbre) e Angotti (Squalifica).

E’ finita 1 a 1 frà Folgore e Sancataldese che non si sono risparmiate su un terreno al limite della praticabilità di gioco.

Arbitra un’ottimo Ignazio Pennino di Palermo con gli assistenti Drago e Tomarchio di Agrigento che hanno coadiuvato un po pochino il Direttore di Gara inducendo quest’ultimo a qualche errore di valutazione.

Parte bene la Folgore e al 4° Minuto in contropiede Mancino serve Bono sulla fascia destra si guarda intorno il capitano rossonero e serve a ritroso l’accorrente Mangiaracina che pennella un bel cross per De Maria, schierato oggi come finalizzatore dal tecnico Gerardi per l’assenza di Angotti che ha scontato la seconda delle 2 giornate di squalifica, stoppa di petto e prova il tiro al volo ma la palla gli rimane sotto il piede, da terra il n°11 rossonero spizzica la palla di quel tanto che basta per servire Mancino che di prima intenzione tira in porta battendo  Fagone e portando in vantaggio la Folgore.

Al 18° ancora Folgore in avanti con Mangiavillano che cicca la palla che termina sui piedi di Bono, stop e servizio per l’onnipresente Mancino che tira di poco fuori.

Al 25 si fa viva la Sancataldese con il tenace Genova che ingaggia un duello con Mangiaracina, il centravanti in maglia verde prova ad entrare in aria, il difensore Castelvetranese gli toglie bene la palla facendo cadere Genova che insistentemente chiede invano il rigore al direttore di gara.

Al 27° ancora Sancataldese con Mangiaracina che commette fallo su Genova, punizione per la squadra di Torregrossa batte Milanesio e palla che finisce sulla barriera, sulla ribattuta ancora Milanesio che pennella un’ottimo cross per Genova che di testa insacca la palla dell’ 1 a 1.

Se faceva freddo prima, il Goal di Genova raggela ancor di più la poca tifoseria locale e riscalda le mani alla propria venuti in 20 circa a incitare la propria squadra.

Al 29 uno spento Sorrentino, l’assenza dai campi da gioco sicuramente influenza le uscite del centrocampista rossonero, servito benissimo da Mancino tira sfiorando il palo.

Al 31 e ancora la folgore a portarsi in avanti, Bono servito da Di Maria porta la palla in avanti saltando due avversari ma rinviene Milanesio e lo atterra per il calcio di punizione.

Tira Di Maria un missile terra aria che trova pronto Fagone e i suoi pugni a negargli l’esultanza personale.

Il primo tempo termina con la Sancataldese in avanti e con una conclusione insidiosissima di Milanesio.

Nel corso del primo tempo sul taccuino dell’arbitro sono finiti Pla al 25°, Milanesio al 31° e Morici al 38° minuto.

Il Secondo tempo inizia con gli stessi interpreti dei primi 45 minuti di gioco.

E’ subito la Sancataldese ad avanzare e al 1 minuto entra in aria e tira a colpo sicuro la difesa rossonera è attenta e manda la palla in angolo.

Al 4° minuto Mr. Gerardi cambia qualcosa, dentro Barraco e fuori uno spento Morici con il consequenziale cambio di ruoli: Di Maria a centrocampo, suo ruolo naturale e si è visto e Barraco a supportare l’attacco per la spinta di Bono che parte da molto lontano.

All’8 la Folgore risponde e va vicina al Goal proprio con capitan Vito Bono servito ottimamente da Di Maria.

Al 9 ancora vicina al Goal la  Folgore che usufruisce di un calcio d’angolo, batte Bono sfiora la palla di testa Mancino e palla che finisce sui piedi di Pla che da due passi sbaglia la più facile delle occasioni.

La partita vive un momento di stanca con la Folgore più padrona del campo e con la Sancataldese che si affida al puntero Genova e alle idee del suo capitano Milanesio.

AL 21 La Folgore  va vicinissima alla rete, angolo di Bono di testa spizzica la palla Castiglione e la indirizza vero la porta sguarnita, quando il Goal è proprio nell’aria e i tifosi sono pronti per esultare ecco la copiosa acqua che ha formato un piccolo laghetto vicino la porta dell’estremo della Sancataldese che blocca la corsa della sfera per il ritorno del portiere Fagone che la fa sua.

Scampata la rete e addomesticata la paura la Sancataldese esce fuori dal guscio ed alza il baricentro del gioco schiacciando la Folgore, al 31 Genova viene atterrato al limite d’aria di rigore e usufruisce di un calcio di punizione.

Sulla palla si porta Milanesio che indirizza perfettamente la sfera al 7 della porta difesa da Montagna, il numero 1 Rossonero vola e si inarca compiendo un vero e proprio miracolo.

Ancora Sancataldese, segna il 33 minuto del secondo tempo il nostro timer quando Genova servito dentro l’aria di rigore tira al volo chiamando ancora una volta Montagna ad un prodigioso intervento in angolo.

La Folgore prova a ripartire e al 39 Barraco conquista una punizione dal limite che viene battuta malamente dai rossoneri.

Al 41 La Sancataldeseva vicina al goal che non arriva grazie ad un super Montagna che per ben due volte dice no ai giocatori in maglia verde.

Finisce la partita, con la consueta stretta di mano da parte di tutti, seppur nel corso della partita il forte attaccante Genova era andato in contrasto con Castiglione e Mangiaracina, ma finalmente e per fortuna lo sport trionfa e dopo il triplice fischio è tutto ormai storia.

Una buona Folgore dunque che poteva portare a casa tre punti se non fosse stato per quel piccolo laghetto vicino la porta, ma poteva anche finire male se a difendere la nostra porta non ci fosse stato, Saracinesca Montagna che ancora una volta esce con la medaglia di migliore in campo, che dovrà dividersi equamente con Mancino che a parte aver messo la palla dentro ha davvero giocato una signora partita correndo come un matto da una parte all’altra e diventando in quasi tutta la partita il leader della formazione rossonera.

Ottima la prova di Castiglione che ha contenuto molto bene le incursioni sulle fasce, anche se sul Goal ha parecchie responsabilità.

Ottima la prova di Mangiaracina  che ha concesso quasi niente al puntero della Sancataldese Genova vice capocannoniere del campionato con 15 goals, Cristian ormai è una garanzia nella zona centrale della difesa e questa è una notizia splendida.

Ottima la prova di Bono che ha fatto girare la testa ai suoi diretti avversari, il capitano e funambolo rossonero sembrava l’unico capace di inventare qualcosa che potesse sbloccare la partita ed è dai suoi piedi che sono partite le azioni più pericoloso.

Buona la prova di Di Maria dopo che ha ritrovato la sua posizione naturale, come puntero ci sembra abbastanza lento ed impacciato e questo Mr. Gerardi lo avrà notato.

Buona la prova di  Montepiano che non si è risparmiato neanche oggi.

In Ombra le prestazioni di Licata, Morici e Sorrentino che oggi sono stati in parecchie circostanze imprecisi.

Sorrentino ha bisogno di allenarsi di più, Morici ci è sembrato spaesato ed è stata ottima la scelta del Mr nel riportare Di Maria a centrocampo facendo entrare Barraco in zona di attacco.

Per Mr. Gerardi un’altro punto che non smuove tanto la classifica e che allontana ancor di più la zona per la salvezza diretta.

Domenica prossima trasferta insidiosa contro il Terrasini ormai condannato alla retrocessione

Folgore: Montagna, Castiglione, Licata, Mangiaracina, Pla, Montepiano, Sorrentino, Mancino, Morici (49° Barraco), Bono, Di Maria. All. Gerardi

Sancataldese: Fagone, Alessi, Mangiavillano, Sangiorgio, Di Marco, Milanesio, Maira (80° Montagna), Cutaia, Genova, Failla (90° Pignatone) , Sammartino (74° Giuffre’). All. Torregrossa

About Tonino Tuzzolino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *