Folgore 1 – Monreale 1

By on lunedì 12 marzo 2012

Anche la Dea Bendata ci è avversa!

Ferro di Cavallo, corno rosso e sale a quintali sul terreno del Paolo Marino deve essere questa la prossima mossa che Mr. Gerardi deve fare per portare punti nella classifica della Folgore.

Le dichiarazioni rilasciate dal tecnico dell’Audace Monreale, ex rossonero, P. Scalia la dicono tutta sulla partita vista al Paolo Marino,” la Folgore meritava molto di più ed è strano che una squadra cosi si trovi relegata alle ultime posizioni della classifica di Eccellenza, bisogna comunque stringere i denti e pensare ai play out”.

Una buona Folgore quella vista in campo oggi ma anche la Dea Bendata ci è avversa!  una partita comandata per ampi spazzi dai rossoneri guidati da un buon Mancino nel primo tempo e da un ottimo Sorrentino nel secondo.

Nel primo tempo le occasioni sono tutte di marca rossonera, ne abbiamo contate cinque di palle goal e alcune di esse molto nitide,  fa pensare molto se diciamo che tre di queste sono  capitate nei piedi di uno spento, lento e impacciato Attilio Angotti che ancora una volta ha fatto storcere il naso ai propri tifosi sbagliando anche la più facile delle occasioni, stucchevole la lentezza della sua manovra e la scarsa reattività in molte occasioni, rocambolesco il recupero di Rizzo, Capitano del Monreale, al 36 del primo tempo che se pur in notevole svantaggio è riuscito ad anticipare il puntero rossonero. Peggiore in campo!

L’altra palla Goal è capitata al Capitano che oggi vestiva la maglia n° 11, Vito Bono, battuto un calcio d’angolo da parte di Sorrentino, Bono ha cercato di violare la porta di Zappulla con un colpo di tacco impreciso anche per il sopravvento dei difensori del Monreale e sopratutto per quello di Alletto.

Al 42° Minuto la più grossa palla goal per la Folgore che ancora una volta, da palla ferma, cerca e  trova la testa di Pla che colpisce forte di testa per l’ennesimo legno della stagione!

Il secondo tempo inizia con gli stessi undici, sia da una parte che dall’altra.

Palla a centrocampo e il Monreale gela pubblico e giocatori rossoneri, Di Giovanni si invola sulla fascia destra penetra dentro la difesa rossonera e calcia di prima intenzione in porta battendo Montagna.

Uno 0 a 1 che non ci sta per i valori espressi in campo, ma si sa il calcio è cosi!

La Folgore non ci sta e cerca di raddrizzare l’incontro, prova a pungere in parecchie occasioni con Mancino, Bono e Sorrentino ma non riesce a trovare la via del goal.

Mr. Gerardi le prova tutte e mette dentro Chirco per Angotti, che si becca i fischi dei suoi tifosi e Barraco per Morici.

Folgore spregiudicata ed a trazione anteriore, giusto cosi! si deve riprendere la partita, pur rischiando le ripartenze. Il tecnico Marsalese sposta Sorrentino nel cerchio di centrocampo e il ragazzo sembra gradire sfoderando la sua migliore prestazione vista a Castelevetrano.

Sorrentino faro del centrocampo con Chirco a dare spinta sulla fascia, la Folgore sembra avere una marcia in più, occasioni ed azioni a go-go per i rossoneri che rischiano tantissimo nelle ripartenze di Cardinale e Correnti.

La più ghiotta delle occasioni arriva al 43° minuto con Chirco  lanciato ottimamente da Sorrentino si trova a tu per tu con il portiere Zappulla, il Trapanese pecca di ingenuità e non ha il sangue freddo, anzichè piazzarla tira un forte tiro che finisce alta sulla traversa.

Finisce la partita con la consapevolezza che altri 2 punti si sono bruciati, appresi  risultati delle altre squadre la rabbia per l’occasione persa monta ancor di più e la prima a prendersi qualche parolaccia è la Dea Bendata ma sarebbe anche il caso ricordarsi di non fare, il prossimo anno lo stesso errore, nelle operazioni di mercato bisogna prendere UN’ATTACCANTE VERO!!!!!!!.

Per la Folgore ottime le prove di Mancino, Pla, Sorrentino e Bono, in ombra Morici, Male Angotti.

Domenica a San Giovanni Gemini, campo ostico e clima avverso!

Ricordiamo ai nostri ragazzi che la distanza tra prima dei Play out e ultima dei Play out non deve essere superiore ai 10 punti, caso contrario la retrocessione è diretta!

 

 

 

About Tonino Tuzzolino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *