Default Folgore

By on domenica 06 novembre 2011

DEFAULT FOLGORE – Folgore 0 – Ribera 2

Finisce con un secco e perentorio 0 -2 in favore della capolista Ribera il match della 9^ Giornata di campionato a Castelvetrano.

Troppo netta la differenza frà le due squadre, quella dell’Ex Mr Brucculeri, accolto con un caloroso applauso dal pubblico di fede rossonera, è sembrata molto più squadra e capace di fare sua la partita in qualunque momento della gara e dopo lo 0 -2 ad opera del sempre verde Ciccio Erbini ha sbagliato clamorose azioni da goal che hanno fatto pensare ai tifosi rossoneri ad una cortesia per evitare un passivo più pesante.

Ancor più tragico è l’aspetto psicologico con cui i rossoneri hanno giocato, privi di mordente e incapaci nel costruire un’azione di contrattacco, sono mancate le folate offensive di Catanzaro e le idee di Vito Bono, imbrigliati efficacemente da Campanella e compagni.

Sembra strano ma solo la coppia centrale difensiva formata da Volpini e Santomauro sono sembrati una spanna sopra gli altri, hanno giocato con grinta e determinazione cercando di trascinare, a volte, la squadra ad un’impresa sicuramente Impossibile.
Quella rossonera dall’inizio presentava un’inedito Treviso in campo a supporto di Bono, ruolo non congeniale al giocatore voluto da La Bianca e un Morici , fuori dal  suo vero ruolo,  schierato sulla fascia per cercare di dar peso alle discese rossonere.

Nel taccuino? solo occasioni di marca Biancoazzurra , con una Folgore confusa ed incapace di mostrare un’azione degna di nota.

Ci sarà molto da fare e molto da parlare nel corso della settimana poichè la squadra vista oggi è sembrata davvero la brutta copia di quella vista nelle primissime giornate di campionato, idee confuse, scarso mordente e  a volte assenza di pensiero.

Al 5° Minuto è il Ribera che si fa vivo dalle parti di Montagna, provando a sfondare dalla zona centrale, fallo di Montepiano e punizione che viene battuta addosso alla barriera;

9° Minuto ancora la squadra di Mr. Brucculeri che si porta in avanti e schiacchia il centrocampo rossonero nella zona difensiva, ancora fallo ancora punizione per gli Agrigentini che tirano fuori alla sinistra del portiere Rossonero;

Al 15° è Galluzzo che fa tremare le gambe ai rossoneri, sulla fascia sinistra salta due rossoneri entra dentro l’area di rigore e il suo cross per l’accorrente Erbini viene stoppato dall’ottimo Volpini che mette in angolo.

Passa appena un minuto e al 16 Catanzaro prova a portare in avanti il baricentro della propria squadra, salta due avversari e pecca di egoismo non servendo l’accorrente Bono sulla fascia destra, ma conquista una punizione sulla trequarti.

Al 17 Ancora Folgore che conquista un calcio D’angolo battuto da Catanzaro ma Talluto è vigile e pronto.

Al 27 Il Goal che sblocca la partita, il Ribera conquista una punizione poco distante dal limite d’aria di Rigore, batte magistralmente Martorana che colpisce la traversa, la palla torna in campo ed è preda dell’ex Geraldi che di testa la mette nel sacco.

Al 30° la confusione Folgore è manifesta! prova a giocare la palla ma gli errori sono macroscopici e non si intravede neanche la voglia dei giocatori di raddrizzare la partita.

Al 38° Il Ribera va vicino al Goal con Galluzzo che da una punizione battuta in precedenza prova a tirare al volo ma la palla finisce di poco alta sopra la traversa.

Finisce il primo tempo e i volti dei tifosi rossoneri sono tristi e pieni di rabbia la squadra di casa sembra non essere mai scesa in campo.

Chi si aspetta una reazione nel secondo tempo resta deluso, il Ribera controlla alla grande e fino al 14° minuto si vede un calcio davvero scadente.

Al 60° Il Ribera  preme leggermente sull’accelleratore e conquista un sacrosanto rigore concesso dall’arbitro Visalli da Messina. Licata, superato sulla fascia sinistra, ritorna sul suo avversario, e lo falcia da tergo in piena area di rigore.

Tira Erbini ed è Goal.

Al 68° è sempre  il Ribera a sfiorare la terza segnatura con Martorana che clamorosamente sbaglia la più facile delle occasioni davanti all’estremo rossonero.

La Folgore non c’è e non tira mai in porta, la cosa più grave e lo ribadiamo ancora una volta, è la mancanza di idee e di VOGLIA.

All’80 il Ribera in contropiede salta tutta la difesa con un meraviglioso passaggio smarcante di Geraldi che mette Galluzzo davanti la porta, Montagna compie un miracolo in uscita ed evita la terza segnatura per gli Agrigentini.

Si chiude ancora con un’occasione per il Ribera e con una splendida parata di Montagna.

Finisce 0 – 2 con i tifosi andati via quasi 15 minuti prima della partita, sconforto e tristezza negli occhi di chi è rimasto.

Da registrare qualche contestazione all’indirizzo del tecnico locale per i cambi fatti.

Adesso con uno stridulo e fastidioso suono è partito l’allarme ROSSO, sarà compito della dirigenza in essere e del Presidente vedere quali sono le giuste strategie da mettere in atto per raddrizzare una stagione che si sta iniziando a mettere male.

Le Formazioni:

Folgore: Montagna, Mangiaracina, Licata, Montepiano, Volpini, Santomauro, Catanzaro, Di Ruocco, Treviso, Bono, Morici (A Disposizione Avona, Sacc, Lo Forti, Cirillo, Marino, Italia, Santangelo) All. La Bianca

Ribera: Talluto, Campanella, Li Greci, Campisi, Fallea, Ciancimino, Geraci, Martorana, Erbini, Galluzzo (A Disposizione: Caruana, Esposito, Angileri, Ruggeri, Maira, Vella, Barraco) All. Brucculeri

About Tonino Tuzzolino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *