Coppa Italia: Folgore 0 – Mazara 0

By on domenica 28 agosto 2011

Andata Coppa Italia: Folgore e Mazara si dividono la posta

La prima uscita ufficiale della squadra del Presidente Carrara e del neo tecnico Pino La Bianca ha portato un punteggio ad occhiali e applausi finali per la squadra rossonera, rea di aver mostrato a sprazzi buoni fraseggi e non disdegnando di puntare la squadra avversaria.

Un Derby senza il pubblico dei momenti storici, un derby frà due squadre che ancora devono trovare condizione e devono sicuramente apportare correzioni alle proprie rose sembrate spuntate e a lunghi tratti privi di idee sul come saltare la difesa avversaria.

Il Mazara di Mr. Putaggio si è presentata in completa tenuta bianca e piena di ex Rossoneri, Giacalone, Lombardo, Jimoh, Palumbo e Terramagra hanno fatto tutti la loro apparizione e la loro buona partita, Saheed è sicuramente colui al quale il poco pubblico di fede rossonera ha guardato con nostalgia vista la strepitosa stagione agonistica che fù alla guida di Mr. Brucculeri.

I Primi 45 minuti si giocano quasi tutti nel cerchio di centrocampo con sporadiche azioni di contropiede da una parte e dall’altra, la squadra di Mr. La Bianca si affida ad un Giuseppe Catanzaro, (encomiabile la sua prestazione) ripescato dalla Dirigenza rossonera dopo un’anno di calvario,  messo a supporto dell’unica  punta Bono, sembrato rigenerato e pronto ad affrontare un’annata che possa essere quella del riscatto dopo due deludenti stagioni!.

Parte da sinistra il Castelvetranese puro sangue e in un paio di occasioni riesce a saltare l’avversario facendo gasare i tifosi Castelvetranesi, ed è proprio da una sua incursione che nasce la più ghiotta delle palle goal capitate, da Catanzaro a Bono che a tu per tu con il portiere canarino batte a colpo sicuro ma la sfera termina sui piedi dell’estremo mazarese Icario.

Azione Goal rossonera a risposta della precedente ghiotta occasione di marca Giallo-Blu, capitata sui piedi di Saheed Jimoh che entrato dentro l’aria di rigore (la sua posizione è sembrata a tutti in fuorigioco) ha tirato a colpo sicuro senza inquadrare la porta difesa da un’ottimo Montagna (il migliore in campo per i rossoneri).

Il Secondo tempo è di marca Gialloblu, sono infatti gli uomini di Mr. Putaggio a provarci  portandosi in più di una occasione vicina al goal del vantaggio, frà tutte da registrare  un forte “bolide” dell’ex Lombardo che fa la barba alla traversa a portiere ormai battuto.

Altra palla Goal per il Mazara grazie ad un pallonetto dalla lunga distanza da parte di Liuzza che per un soffio non trova il goal capolavoro.

I Rossoneri non stanno a guardare e grazie a Cirillo, ottima la sua prestazione, e a  Catanzaro punzecchia la difesa avversaria.

A 40 anni suonati in campo si è rivisto l’eterno ed Evergreen Gegè Di Ruocco che con un fisico da invidia e con una resistenza impressionato a cercato di coordinare il gioco dentro il rettangolo verde, imbeccando alla perfezione Catanzaro in più di una occasione.

E’ Proprio Catanzaro che a 8 minuti dal termine costringe Barbera al fallo per ben due volte, la prima per un fallo vicino l’aria di rigore e il secondo fallo necessario in quanto il giocatore con la maglia n°7 Rossonera era diretto proprio dentro l’aria di rigore Mazarese.

Mazara in 10 dunque e la folgore ci prova con l’inserimento di Italia al posto di morici senza però che questa sostituzione sortisca effetti positivi per il risultato.

Finisce con un pareggio, e con il 50% di possibilità per entrambe le squadre di passare il turno.

Di certo c’è che, Putaggio da una parte e La Bianca dall’altra avranno ancora molto da lavorare per plasmare le formazioni e dalla parte rossonera sembra evidente la necessita di due acquisti impotanti, il primo che rifocilli la parte offensiva del campo e la seconda che occupi il centro della difesa a supporto di un ottimo Volpini.

Folgore:

1 Montagna Fulvio, 2 Sacco Marco (92), 3 Licata G.nni (93), 4 Di Ruocco (Cap.),5 Volpini Michelangelo, 6 Di Maio G.vito (92), 7 Catanzaro G.ppe, 8 Cirillo D. (94), 9 Bono vito, 10 Treviso P.Luigi, 11 Morici Valerio.   a disposizione (12 Avona, 13 Lo Forti,14 Li Causi,15 Santomauro, 16 Caradonna, Quinci, Italia) Mr. Pino La Bianca

Mazara:

1) Icario, 2 Lombardo, 3 Solina, 4 Liuzza, 5 Barbera, 6 Giacalone, 7 Terramagra, 8 Sicurella, 9 Fuschi, 10 Jimoh, 11 Giacalone C. A disposizione 12 Ingrassia, 13 Palumbo, 14 Triolo, 15 Russo, 16 Gaviano, 17 Benigno, 18 Licari All. Mr. Putaggio

About Tonino Tuzzolino

One Comment

  1. Gaspare

    giovedì 01 settembre 2011 at 20:26

    Posso ammettere che i migliori in campo sono stati Di Ruocco,Catanzaro e Volpini,chiaramente non voglio sottovalutare gli altri in campo,dico semplicemente che in questa gara col Mazara sono quelli che si sono messi in evidenza.
    Anche Bono ha fatto il suo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *